Flash-Animation

Get Adobe Flash player

Le classi 1.a/2.a

Nelle Scuole Steiner l’apprendimento esplicito delle tecniche di cultura inizia solo  dopo che il bambino è entrato nel periodo dell’apprendimento scolastico, che prende avvio dalla 1.a classe. Il passaggio tiene conto della complessiva situazione evolutiva del singolo bambino e avviene di norma intorno al 7.o anno di vita.

Si impara con tutti i sensi, vicino alla vita, con ritmo e ripetizione. L’introduzione del calcolo, della scrittura e della lettura è intessuta dentro immagini, canti, giochi di movimento e racconti. Persino lo spazio dei numeri risuona in modo ritmico e viene sperimentato con tutto il corpo in modo ritmico. È importante che i bambini sviluppino attenzione, che la loro fantasia riceva nutrimento, ma anche che essi imparino stando seduti in silenzio e che diventino capaci di inserirsi, impegnandosi individualmente con il loro fare, in un percorso che assume forme diverse. La stessa aula di classe si adatta allo spirito intraprendente dei bambini ed è trasformabile. Ci sono quindi differenti possibilità di star seduti, che sostituiscono la disposizione classica di banchi e sedie.

I bambini hanno l’opportunità di fare in modo giocoso le prime esperienze nella lingua francese o tedesca. La materia d’insegnamento deve essere portata incontro ai bambini in modo da suscitare in loro emozioni. Lo sguardo sul mondo e dentro le sue connessioni avviene in modo immaginativo, fenomenologico oppure narrativo. Nella 1.a e nella 2.a classe le capacità e le abilità vengono consolidate mediante l’esercizio cosciente, metodico e finalizzato; esse vengono sviluppate ulteriormente e accresciute.

Nel corso della 2.a classe viene messa a punto, da tutti gli insegnanti della classe e dal medico scolastico, una osservazione dello sviluppo di ogni singolo bambino. Un’osservazione precisa consente subito di stabilire se in un bambino vi sono lacune, oppure se è rimasto indietro nell’apprendimento. Analogamente vengono investigate le capacità cognitive e mnemoniche del bambino, come pure lo sviluppo della motricità fine e grossolana, del senso dell’equilibrio e della comprensione delle posizioni spaziali. Vengono valutate anche le capacità di percezione ottica e uditiva. Pure alla capacità di comprensione dei numeri viene dedicata particolare attenzione, poiché è la base di tutti i successivi compiti aritmetici. I risultati vengono discussi con i genitori e documentati, affinché i bambini possano ottenere per tempo un eventuale indispensabile sostegno.

Telefon 044 262 25 01  |  E-Mail info[at]steinerschule.chcreativity by innov8